Bundt Cake al Pan di Zenzero – Gingerbread

Posted on - 16 dicembre 2014 / Author - Angelfrosting / Category - Ricette

BundtCake_Gingerbread_001_Angelfrosting_Titolo

Di ritorno dal giretto annuale in quel di Londra, voglio parlarvi di un dolce che al momento amo realizzare e mangiare, una semplice “ciambella” che può avere mille stravaganti forme e mille e uno sapori. Sto parlando della mia nuova “ossessione”: la Bundt Cake.

Le Bundt Cake sono torte ispirate da una torta tradizionale europea denominata Gugelhupf; questo stile di torta è stato reso popolare negli anni ’50 e ’60 in Nord America, e lo strano nome “Bundt” viene dal primo produttore di pentole Nordic Ware in fusione di alluminio. Infatti la caratteristica che le contraddistingue è che sono cotte in una teglia a forma di anello e vengono servite rovesciate, esattamente come il nostro ciambellone (che in effetti è una Bundt Cake italiana). Questo significa che le Bound Cake non hanno una ricetta e degli ingredienti specifici, ma siamo liberi di sbizzarrirci con i nostri sapori preferiti!

Si trovano in rete molte, moltissime ottime ricette, ma per renderla mia e più adatta al mio mondo d’origine, quello delle Cupcakes, ho provato una ricetta che mi ha portato molta soddisfazione e ora, dopo varie pubblicazioni di sole foto su instagram e facebook, vi racconto come faccio per realizzare il dolce che sicuramente non mancherà sulla mia tavola nel giorno di Natale: la mia Amata GINGERBREAD BUNDT CAKE, ovvero la BUNDT CAKE AL PAN DI ZENZERO!!!

Un consiglio: avete musiche di Natale? Bene! Accendete lo stereo e fate subito atmosfera con questo sottofondo, fra poco tutta casa vi profumerà di Natale! ENJOY!!!

La torta è composta da tre parti, la base, la bagna con lo sciroppo e la glassa. Per la realizzazione della base Gingerbread (con uno stampo del diametro di cm 22) ci occorrono i seguenti ingredienti:

  • Burro di panna tagliato a cubetti e a temperatura ambiente GR 300
  • Zucchero semolato bianco GR 300
  • Uova medie NR 6
  • Farina autolievitante per dolci GR 300
  • Cannella in polvere Cucchiai 3
  • Zenzero in Polvere Cucchiai 1 e ½
  • Noci Moscate in Polvere Cucchiaino 1
  • Sale fino Cucchiaino 1/3
  • Estratto naturale di vaniglia Cucchiaino 1

Per la realizzazione della bagna a base di sciroppo al Limone ci occorrono i seguenti ingredienti:

  • Succo di limone senza semi GR 150
  • Acqua natuale GR 100
  • Zucchero semolato Bianco GR 170

Per la glassa ci occorrono i seguenti ingredienti:

  • 2 o 3 cucchiai di sciroppo al limone
  • Zucchero a velo setacciato GR 125

Iniziamo preparando la base della nostra favolosa BundtCake: in una ciotola capiente uniamo setacciando tutti insieme i nostri ingredienti in polvere: la farina, la cannella, lo zenzero e le noci moscate; se avete tempo, passate tutto al setaccio 2 volte, vi assicuro che fa la differenza.
Imburriamo la teglia: più spigolosa è, e più dobbiamo essere attenti a far arrivare il burro in ogni angolino; dopo averla imburrata la spolveriamo con la farina, rovesciandone l’eccesso.
Ora iniziamo a preriscaldare il forno, accendiamolo a 170 °C (statico se abbiamo solo elettrico ventilato impostiamolo a 160 °C).
Nella ciotola della Kitchen Aid, munita di frusta piatta, versiamo tutto il burro e azioniamo l’impastatrice a velocità bassa. Man mano che il burro si trasforma in crema ed aumenta di volume, aumentiamo la velocità; dobbiamo ottenere un bel composto soffice e spumoso. Ricordiamoci di tanto in tanto, di fermare la rotazione e, con l’aiuto di una spatola (la Marisa), raccogliere bene tutto il burro dalle pareti della ciotola per riporlo sul fondo; poi facciamo ripartire la frusta a bassa velocità e gradualmente aumentare. Vi consiglio di ripetere questa operazione almeno tre volte.
Dopo il burro è il momento dello zucchero: possiamo versarlo tutto in una volta nel burro già montato e, sempre partendo da una velocità bassa, iniziamo a farlo amalgamare bene; man mano che il composto diventa bello cremoso, aumentiamo la velocità e lasciamo andare il tutto (tranne qualche pausa Marisa per la raccolta dai bordi e messa sul fondo) fino ad ottenere una bella crema molto soffice e molto gonfia.
A questo punto è il turno delle uova: sempre a velocità bassa, iniziamo ad incorporare al composto un uovo intero alla volta; non possiamo passare al successivo se il precedente non è stato ben inglobato nella crema che stiamo montando. E’ molto importante avere pazienza e non aumentare la velocità al massimo, velocità medio bassa, più bassa che media.
Quando nella ciotola avremo una golosissima crema di colore giallo, molto simile nell’aspetto alla soffice crema del tiramisù, iniziamo a versare poco alla volta, in almeno 6 riprese, i nostri ingredienti secchi che avevamo precedentemente mixato setacciandoli nella ciotola. Più o meno a metà aggiunte, versate nel composto l’estratto di vaniglia e ripartite poi con le farine.
Incorporate bene la farina, ma non lavorate troppo l’impasto e al termine versate il sale; date ancora qualche colpo di frusta, mai a velocità alta, e con l’aiuto della spatola raccogliete bene tutto il composto e mescolate un attimo a mano. Controllate che tutto sia ben omogeneo e profumatissimo e ok, se non sapete resistere, con un cucchiaino assaggiate l’impasto e ditemi se non è buonissimo e se già non sentite i campanelli delle Renne di Babbo Natale intorno a voi!!!
Bene a questo punto non ci resta che versare tutto il composto nello stampo, disponetelo in maniera più omogenea possibile, fatelo entrare bene in tutte le fessure e infornate per circa 60 minuti.

BundtCake_Gingerbread_454_AngelfrostingPrima di estrarre la torta, a fine tempo, controllate sempre la cottura con uno stecco o un coltello; infilatelo al centro ed estraetelo: se sarà asciutto e pulito, vuol dire che il dolce ha terminato la cottura e potete sfornare, e a questo punto vi consiglio di mettere la teglia sopra una grata in modo tale che si raffreddi in maniera omogenea prendendo aria da tutte le parti.

Mentre la torta è in forno, prepariamo lo sciroppo per la bagna. In un pentolino versiamo tutti gli ingredienti: acqua, succo di limone e zucchero. Mettiamo il pentolino sul fuoco, con fiamma medio bassa, e con l’aiuto di un cucchiaio di legno mescoliamo bene fino al  totale scioglimento dello zucchero, e portiamo a ebollizione. Facciamo bollire per un paio di minuti, mescolando di tanto in tanto in modo che non bruci e non si cristallizzi sul fondo, poi, a cottura ultimata, togliamo il pentolino dal fuoco e lasciamolo riposare e raffreddare. Al termine della cottura della torta lo sciroppo sarà tiepido e pronto all’utilizzo; tiriamo via tre cucchiai di sciroppo e mettiamoli da parte, e tutto il resto, lo versiamo in una bottiglia da bagna per le torte, se l’abbiamo.

Bene, ora è il momento di bagnare la nostra ciambella, lasciandola ancora nello stampo; iniziate a versare poco alla volta lo sciroppo sopra alla torta, facendo in modo che si bagni bene. Versatelo tutto fino a che non finisce, mi raccomando, con pazienza e calma, versate il liquido ben bene: dovete sentire che la torta assorbe; ve ne accorgerete perché sentirete un lieve fregolio … è la torta che vi ringrazia perché le state dando tanto da bere!

BundtCake_Gingerbread_458_Angelfrosting

Ma è o no odore di Natale quello che state sentendo? Ahahahahahah!
Ora dovete solo aspettare che la torta si raffreddi e che lo stampo sia tiepido e maneggevole, per estrarre la torta e riporla sul piatto con il quale la vorrete servire … guardate che bello spettacolo … io sono sempre entusiasta a questo punto.

BundtCake_Gingerbread_469_AngelfrostingBundtCake_Gingerbread_467_AngelfrostingBundtCake_Gingerbread_465_AngelfrostingBundtCake_Gingerbread_461_AngelfrostingMentre la torta si raffredda, prepariamo la glassa per l’ultimo tocco: la colata bianca. In una ciotolina versate i 125 gr di zucchero a velo e i due cucchiaini di sciroppo che abbiamo messo via (ce ne deve avanzare uno). Iniziate a mescolare bene, aiutandovi con una forchetta o con un cucchiaino; mescolate fino ad ottenere una crema bianca, non troppo liquida e non troppo solida: se ritenete che sia troppo dura e non facilmente usabile, aggiungete ½ cucchiaio di sciroppo e mescolate ancora; se la consistenza è quella di una cioccolata calda bella densa, direi che ci siamo, ma se non siete ancora convinte/i versate tutto lo sciroppo avanzato e mescolate. Avvicinate la mano alla torta e sentite se è bella tiepida o fredda. In caso affermativo, iniziate a versare la glassa sulla torta, ovviamente aiutandovi con un cucchiaio e lasciandovi ispirare dalla vostra fantasia per realizzare una colata come più vi piace. In genere io uso tutta la glassa, ma se per caso mi avanza, la metto da parte e la servo a tavola in una ciotolina al momento del servizio del dolce, così che i golosi possano rincarare la dose aggiungendo glassa sulla fetta nel loro piatto.

BundtCake_Gingerbread_484_Angelfrosting BundtCake_Gingerbread_482_Angelfrosting BundtCake_Gingerbread_471_Angelfrosting

Una volta completata la torta va messa in frigo e lasciata riposare per almeno 2 ore. A me piace servirla fresca e non a temperatura ambiente a fine pasto e mi piace accompagnarla con un buon Tea agli agrumi o ai frutti rossi, magari reso un pochino dolce da un cucchiaino raso di glassa “forse” avanzata!
Felice per aver condiviso con voi questa mia nuova passione non mi resta che iniziare con gli Auguri di Buon Natale e … se vorrete … e vi garantisco che mi farà molto piacere … scrivetemi le vostre impressioni e inviatemi le vostre foto a info@angelfrosting.it

Enjoy & Very Special Xmas to you!!!

BundtCake_Gingerbread_008_Angelfrosting BundtCake_Gingerbread_009_Angelfrosting

Tag:, , , , , , , ,

Comments 0 comments to this post

Send me a message